SpazioTennis

UFFICIALE: FORFAIT DI MURRAY E NISHIKORI AGLI AUSTRALIAN OPEN

Ufficializzati i primi due grandi forfait degli Australian Open: Andy Murray e Kei Nishikori hanno deciso di rinunciare al primo evento Major stagionale.

Lo scozzese, che al Mubadala World Tennis Championship di Abu Dhabi aveva preso il posto dell’altrettanto sofferente collega Novak Djokovic, è apparso in condizioni precarie durante il match d’esibizione durato un set contro Roberto Bautista Agut.

La decisione di posticipare il rientro ufficiale lascia intuire la gravità della situazione all’anca, dispiegata in un post strappalacrime pubblicato dall’ex numero uno al mondo sui propri canali social. Murray ha anche parlato dell’ipotesi di un intervento chirurgico all’anca che, tuttavia, vorrebbe evitare ad ogni costo. È la prima volta in carriera che Murray rinuncia agli Australian Open, dove esordì nel 2006 all’età di 18 anni.

Ricordiamo che Murray non disputa un match ufficiale da circa sei mesi, dal 12 luglio 2017 per la precisione, quando uscì di scena a Wimbledon eliminato da Sam Querrey.

Quanto a Nishikori, che sta lottando con un altrettanto grave infortunio al polso, manca nel circuito dal torneo di Cincinnati e si era dichiarato pronto per il rientro in quel di Brisbane. Il giapponese, però, non è mai sceso in campo. Nishikori, prima del triste annuncio odierno, aveva annunciato il ritiro anche all’ATP 250 di Sydney, al via il prossimo lunedì.

Kei ripartirà dai Challenger: il nipponico ex Top 5 è infatti atteso nei tornei di Newport Beach e Dallas, dove gli organizzatori sono apparsi ben disposti all’assegnazione di una Wild Card.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *