SpazioTennis

TERZA CATEGORIA A BATTIPAGLIA, SANTAMARIA VINCE TRA LE DONNE. DOMANI IN PROGRAMMA DUE FINALI

Un’intensa attività didattica e agonistica dislocata sui campi delle strutture di Battipaglia ed Eboli. Prosegue con grande successo il lavoro nel tennis della famiglia Galietta, con la qualità confermata di recente dal torneo di Capodanno destinato alla terza categoria maschile, femminile e alla specialità del doppio misto.

La prima kermesse a concludersi è stata quella delle ragazze con il successo dell’under 16 e 3.1 Lucrezia Santamaria (che vediamo in foto con la finalista, l’istruttore FIT Massimo Agostinetto e il giudice arbitro Patrizia Bernardis). Per lei vittoria in semifinale sull’under 14 di casa Giorgia Falcone, con il punteggio di 6/0 7/6, quindi nell’atto conclusivo la netta affermazione su Romina Galietta (3.4), sorella del maestro FIT Mario e dell’istruttore Antonio. Romina aveva usufruito in semi del forfait della 3.3 Mara Simplicio, vittima di un fastidiosissimo mal di schiena.

CLICCA QUI PER VEDERE IL TABELLONE FEMMINILE

Sarà presumibilmente una finale piacevole e vibrante quella del tabellone maschile in programma domani. Il favorito numero uno della vigilia, il maestro FIT e 3.1 Paolo Bianchini se la vedrà con il pari classifica e under 18 Silvio Gargano. Stop in semifinale per il 3.4 Antonio Galietta e per il 3.3 Vito Morrone.

CLICCA QUI PER VEDERE IL TABELLONE MASCHILE

Nella fase intermedia di quarta categoria vittoria per il 4.1 Roberto Napoli su Mattia Mellone (4.2).

Infine il doppio misto, ottima intuizione degli organizzatori come dimostrato dalle 16 coppie presenti in tabellone. Hanno impiegato poco più di due ore i bravi Paolo Bianchini e Giorgia Falcone per superare in semifinale Silvio Gargano e Patrizia Chiangone mentre nella parte bassa Diego Brancaccio (3.1) e Roberta Nisi (3.2) hanno concesso soltanto cinque game in tre partite. Domani ci sarà la finale per l’assegnazione del titolo.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *