SpazioTennis

TENNIS EUROPE, SCATTA IL VERDE AD HERAKLION PER LUCIANO BARBARINO

Il semaforo delle emozioni lampeggia verde, proprio come quello in foto, alle spalle di Luciano e Antonio. Il primo fa di cognome Barbarino e ha già la pelle dura, quasi quanto la testa…che gli fa amare alla follia il tennis e inseguire senza sosta la pallina da impattare. Antonio Luise è al suo fianco in trasferta, nella squadra tecnica guidata da Carlo Rombolà e impreziosita dall’esperienza del mental coach Luca De Rose. Le cronache europee delle ultime settimane ci fanno buttare l’occhio sul percorso di Barbarino, che già a Nastola, in Finlandia, era riuscito ad accedere al tabellone finale, battendo il russo Semment Kinner. Quindi la vittoria al primo turno con Marcus Molder (680 del ranking Tennis Europe) e il ko negli ottavi con il futuro semifinalista, il padrone di casa Juho Eric Biggs (170 del ranking Tennis Europe).

CLICCA QUI PER VEDERE IL TABELLONE DEL SINGOLARE 

Le sensazioni finlandesi erano state positive e meglio si sono mostrate nella tappa del Tennis Europe in corso di svolgimento ad Heraklion, grade 3, la più grande delle città di Creta. Qui Luciano ha superato le qualificazioni per poi infilare il forte e quotato Carl Labitze, numero tre del seeding (già 50 del ranking, attualmente 75). La cosa più bella da raccontare va però ben oltre i numeri: soltanto a giugno scorso Luciano aveva raccolto le briciole, tre game, dal tedesco. La testardaggine certo ma soprattutto la professionalità nei metodi di lavoro e le idee chiare nell’impostare un progetto autonomo ma fruttuoso. In doppio Barbarino accompagna Giacomo Nosei, già ragazzino nel giro del Team Italia.

CLICCA QUI PER VEDERE IL TABELLONE MASCHILE DI HERAKLION

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *