SpazioTennis

SORRENTINO, ZOTTI E CUOMO ALL’UNISONO: “SETTIMANA STUPENDA!”

“Una gioia immensa aver vissuto questa settimana perchè la nostra finalità, quella del TC Pozzuoli e di tutti i suoi tesserati è quella di veder crescere il movimento campano e i suoi atleti”. Esordisce così al microfono di spaziotennis.it Roberto Sorrentino, tra i padri fondatori di una struttura favolosamente accogliente: al suo fianco sorridenti e motivatissimi i soci Lupi e Laezza che rilanciano per un futuro prossimo pieno zeppo di sogni e traguardi da raggiungere. “Abbiamo attraversato momenti non facili in cui sembrava destinata ad arenarsi la speranza di realizzare una struttura come quella che oggi si è dimostrata ampiamente in grado di ospitare un Open con montepremi da 1500 euro. Ci riteniamo gratificati dal numero molto alto di atleti al via dei due tabelloni. In quanto al movimento agonistico interno crediamo di aver scelto per il meglio: lo sono il maestro Carlo Rombolà e tutti i componenti del suo staff tecnico. I ragazzi dal canto loro ci mettono grande passione e i risultati stanno arrivando, a livello regionale ma anche nazionale ed internazionale. Siamo sulla strada giusta? Francamente lo speriamo. D’altronde la nostra filosofia non è quella di creare ostacoli ad altre strutture e ad altre realtà ma di collaborare in maniera sana per la crescita continua della Campania tennistica”.

Grande soddisfazione anche per Marco Sebastiano Zotti e Lorenza Cuomo, vincitori dei due tabelloni principali. “Sono in salute e l’ho dimostrato in queste due settimane arricchite da una finale e dal titolo di Pozzuoli. Con scalpi eccellenti che mi ripagano dei grandi sacrifici – racconta Marco Zotti – ho girato tanto in questi anni, raggiungendo forse l’apice del mio livello. Non smetto di crederci perchè lo sport e il tennis sono la mia vita. La finale con Moretti è stata combattuta perchè lui è un buon giocatore. Perso il primo set sono tuttavia riuscito a far prevalere la mia regolarità”.

Reduce da un brutto infortunio al polso la Cuomo ritrova il sorriso nel circuito Open. “Era importantissimo per me ritrovare il gusto impagabile della vittoria. Dieci giorni fa la Vivenzio era riuscita a spuntarla al terzo set nella finale di Acerra. Oggi, pur faticando, ho avuto ragione io e le sensazioni sono finalmente le migliori. Posso riprendere da dove mi ero fermata un anno e mezzo fa”.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *