SpazioTennis

SERIE A1 MASCHILE: TORRE DEL GRECO CHIUDE CON UN’ALTRA VITTORIA, IL VOMERO AI PLAYOUT

Domenica 17 novembre si è giocata la sesta ed ultima giornata della fase a gironi della Serie A1 Maschile, verdetti finali per tutti in attesa dei Playoff e dei Playout.

Il New Tennis Torre del Greco ha chiuso il girone al secondo posto vincendo nell’ultima gara interna contro il Park Genova, già sicuro del primato: nei singolari successi in due set agevoli per Gennaro Orazzo (6-4 6-2 su Cortimiglia) e per Antonio Mastrelia (6-3 6-2 su Lippolis).
Vittoria in rimonta per l’Under Raffaele Barba su Oscar Callo col punteggio di 5-7 6-2 6-2, prima vittoria in singolare per lui all’esordio in singolare in A1, si è arreso Giovanni Cozzolino al forte Alessandro Ceppellini(2.2), 6-7 6-4 6-4 lo score che sorride al ligure e chiude i singolari sul 3-1 New Tennis.
Entrambi i doppi se li è aggiudicati la squadra torrese con le affiatate coppie Cozzolino/Palumbo e Mastrelia/Orazzo.

Meno fortunato il Tc Vomero, costretto a deporre le armi in quel di Maglie e a disputare i Playout per la permanenza in categoria il 24 novembre in casa ed il 1 dicembre fuori.
Il fortissimo francese Geoffrey Blancaneaux (328 ATP), dopo aver costretto all’andata Marius Copil al terzo set, ha superato Giuseppe Caparco con un doppio 6-0, per i vomeresi ha risposto l’argentino Facundo Juarez, 6-0 6-4 ai danni del pugliese Francesco Garzelli.
Erik Crepaldi riportava avanti la formazione di casa, netto 6-3 6-2 sull’olandese Miliaan Niesten del Vomero, infine grande prova di Gianmarco Cacace, vittoria strappata con i denti per 6-3 1-6 7-6(1) a Giorgio Portaluri.
Sul 2 pari la formazione pugliese si è aggiudicata entrambi i doppi al supertiebreak, Blancaneaux/Portaluri hanno sconfitto DiNicola/Cacace per 6-3 3-6 10-6 e Crepaldi/Garzelli l’hanno spuntata su Caparco/Niesten per 4-6 7-5 12-10.
Solo conquistando i tre punti per i Vomeresi si sarebbero evitati i Playout, chiudendo il girone al secondo posto che significava matematica salvezza.

Antonio Iannone

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *