SpazioTennis

SARA ERRANI POSITIVA ALL’ANTIDOPING

La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno nel panorama tennistico italiano: Sara Errani, n.98 della classifica WTA, è stata trovata positiva ad un controllo antidoping effettuato nei primi mesi dell’anno.

A rivelarlo è stata la Federazione Internazionale di Tennis (ITF) che, al termine di un lungo iter, renderà pubblico a breve il caso di non positività.

La sostanza rinvenuta nelle urine della bolognese si chiama arimidex, riconducibile a un principio attivo farmacologico inquadrabile nella classe S4 degli stimolatori ormonali e metaboliciuno. Commercialmente noto con il nome di anastrozolo, è di solito utilizzato per i carcinomi mammari in post-menopausa. Dunque, in assenza di esenzione terapeutica, in quanto fa parte della famiglia degli steroidi anabolizzanti, è considerato doping.

Alla luce di quanto accaduto, la Federtennis ha deciso di schierarsi al fianco di una delle sue più illustri e ammirate rappresentanti, la quale nei mesi trascorsi tra la positività e l’annuncio shock arrivato questa mattina ha già schierato una linea difensiva composta da medici specialisti (endocrinologi) e avvocati in quanto potrebbe trattarsi di una contaminazione da integratori o di uno squilibrio metabolico.

Nel corso della settimana arriveranno le dichiarazioni ufficiali della Errani che spiegherà personalmente quanto accaduto. Esaminata attentamente la vicenda ed in presenza di ottime giustificazioni l’ITF potrebbe riconsiderare il caso. 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *