SpazioTennis

Santamaria scatenata conquista il torneo open di Macerata

Nel Karate c’è un detto : ” Una cintura nera è una cintura bianca che non si è mai arresa”

Quando penso alla Santamaria è questa la frase che mi viene in mente, descrive molto bene il carattere combattivo e determinato di questa ragazza di diciassette anni, tennista con categoria 2.7 (ancora per poco) alla quale poco importa la Kermesse popolare nella quale ormai versa il nostro splendido sport, lei lavora con impegno, sacrificio e costanza giorno dopo giorno. Allenata sui campi del Circolo Tennis di San Giorgio del Sannio in provincia di Benevento, dal Tecnico Antonio Pepe, Lucrezia è una di quelle ragazze con le quali sia in campo che fuori, si parla una sola lingua…..quella del duro lavoro.

Vedete cari amici lettori, nello sport, quindi anche nel Tennis, viene usata una parola per definire il settore di ragazzi e ragazze, più avanzato, rispetto a tutti gli altri…..settore AGONISTICO. Mi sono sempre chiesto come mai si usasse questa parola, invece di distinguerli semplicemente per colore, per numeri o per età, non è un caso. Agonismo deriva dal greco AGON che significa sacrificio, spirito combattivo…..è proprio questa lotta che caratterizza l’animo di Lucrezia, ragazza che usa la testa in campo e fuori, che studia la sua avversaria, ma più di ogni altra cosa è in grado ogni giorno di vincere contro il suo nemico numero uno…..se stessa. Si perché Lucrezia Santamaria fa parte di tutti quelli ATLETI che ogni giorno combattono con le proprie paure, con le ansie, con le insicurezze di un adolescenza che spesso è difficile mettere da parte in campo. La sua vittoria più grande è quella di alimentare ogni giorno la sua immagine migliore, quella che non molla, che combatte nonostante tutte le difficoltà e che proprio per questo resiste.

Un avversaria cosi, non la batti, un avversaria cosi lo capisci dal suo sguardo che con lei, per vincere un punto, devi farlo prima undici volte. Hanno imparato molto bene la lezione le sue avversarie, che si sono scontrate con lei sui campi del torneo di Macerata, perché il duro lavoro batte il talento….sempre. L’allenamento di Lucrezia cura ogni particolare, l’aspetto tecnico, tattico, la preparazione mentale e l’approccio alla gara, la preparazione atletica. é facile quando ad allenarti è il Tecnico Antonio Pepe, ragazzo umile ed educato, di poche parole ma di una preparazione eccezionale, figura fondamentale per i ragazzi del circolo di San Giorgio del Sannio, Antonio fa scaturire nei suoi ragazzi profonda stima e rispetto, aspetti fondamentali per un coach. L’impegno e la dedizione per il proprio lavoro caratterizza tutta la famiglia Pepe, che con costanza lavorano sui campi da tennis giorno dopo giorno.

Bisognerebbe ringraziare persone come loro, persone che ogni giorno ci danno la possibilità di rinasce. Si perché lo sport come la vita, ci insegna che se vuoi migliorarti se vuoi crescere, devi sacrificare qualcosa, devi “morire” un po’ ogni giorno per poi rinascere. Non è facile farlo, non è da tutti, ecco perché abbiamo bisogno di persone che ci aiutano, sulla lunga strada per la vittoria. Maestri, genitori, amici, fratelli e sorelle, persone che ogni giorni insieme all’ atleta, lavorano fuori dalla luce dei riflettori.

Perché il nemico più grande non è l’avversario, siamo noi stessi.

Capire questo è il dono più grande che ogni atleta possa farsi, donarsi la possibilità di rinascere ogni giorno, per risollevarsi più forte e più determinato di quando è caduto. Non c’è un momento giusto per farlo, ogni momento è quello giusto, per poter dimostrare a se stessi e agli altri di essere un esempio di dignità e integrità che forgia il carattere e tempra lo spirito. Questa è una lezione che Lucrezia Santamaria ha imparato molto bene oggi, che al di la della coppa o del premio in denaro, le rimarrà per tutta la vita.

E allora Lulu…..oggi festeggiamo, io ti aspetto lunedì in campo. Perché la lunga strada per la vittoria è appena iniziata.

Dott. Luca de Rose

Psicologo e Psicoterapeuta

Psicologo dello sport

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *