SpazioTennis

“RITORNO AL FUTURO” PER GIUSEPPE CAPARCO: NON BASTA IL GRANDE CUORE DI LUISE

Dal nostro inviato Alessandro Vitiello

Ritorno al futuro” come recita la locandina di presentazione, per l’ASD 2000 che torna alle origini riproponendo nuovamente un torneo “Open”, che vedeva ai blocchi di partenza, un parterre di assoluto rispetto, con Enrico Fioravante prima testa di serie.

Di fronte, nella finale odierna, due tra gli atleti più attesi, protagonisti durante la stagione di un’ottima A2 disputata con i rispettivi Circoli di appartenenza; stiamo parlando di Giuseppe Caparco, testa di serie numero 2 del seeding, portacolori del TC Vomero già finalista al Memorial “Ciniglio, Annunziata, La Pietra, Salvati” di Ottaviano, e attualmente classificato 2.4,  e Antonio Luise, 2.6 testa di serie numero 4, e tesserato di punta del New Tennis di Torre del Greco, con cui ha da poco festeggiato la permanenza nella categoria.

Luise approfitta del forfait di Fioravante, vincendo prima la resistenza di Cimmino nei quarti di finale, e poi quella di Cacciapuoti, in semifinale. Caparco, dal canto suo, ha la meglio prima su Vecchiarelli, e poi su Iamunno.

A spuntarla oggi, conquistando il titolo dopo quasi 2 ore di gioco, proprio Caparco, che nonostante l’ottima prestazione di un Luise mai domo, ha mostrato una condizione fisica davvero impressionante.

Sotto lo sguardo vigile e attento dei Maestri Gennaro Sbrescia e Peppe Fusco, e diretti in maniera impeccabile dal Giudice di sedia Marco Vitrone, Giuseppe e Antonio hanno dato vita ad una partita bella, tirata e mai scontata.

Primo set che vive il suo momento clou tra il 6° e l’8° game, quando si assiste al  primo break dell’incontro, da parte di Caparco, che sale sul 4a2; Luise non ci sta, ed ottiene subito il controbreak, riportandosi sul 4a3. Colpo di coda di Caparco, che strappa un ulteriore break che manterrà fino alla fine del set, vincendolo per 6 giochi a 4.

Nel secondo set, Luise mette in campo tutto il suo orgoglio, e parte da subito con l’accelleratore al massimo. Caparco cerca di reagire, ma alla fine deve arrendersi subendo 3 break su altrettanti turni di battuta.

6 a 0 secondo set in favore di Luise, e si arriva così al terzo e decisivo set.

Complice anche la stanchezza, Luise paga a caro prezzo un doppio fallo nel secondo game, che porta Caparco al break. Ennesima reazione di Antonio, che inizialmente ottiene subito il controbreak, salvo poi pagare a caro prezzo lo sforzo, finendo con il cedere nuovamente la battuta all’avversario, nel game successivo.

E’ la resa definitiva, dopo una finale all’insegna della sportività e del bel gioco, svoltasi in un’accogliente cornice, per un torneo davvero ben diretto dal Giudice Arbitro Alessandro Sbordone.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *