SpazioTennis

NEXT GEN 2017: BERRETTINI, QUINZI MA ANCHE IL NOSTRO BRANCACCIO…

Nel 2017 ci saranno dei “Next Gen”, ovvero atleti nati a metà degli anni novanta che avranno una classifica e delle Finals tutte per loro. L’Atp punta molto su questo nuovo progetto che già oggi vede delle stelle affermate, come i vari Zverev, Coric, Fritz e via di seguito. Tra gli italiani il volto emerso negli ultimi tempi è senza dubbio quello del romano Matteo Berrettini, che dopo essersi messo alle spalle gli infortuni ha trovato una buona continuità raggiungendo nell’ultimo Challenger dell’anno, disputato ad Andria, la finale con il connazionale Luca Vanni. Berrettini grazie alle sue caratteristiche è uno dei più accreditati, avendo un gran servizio e buone doti tecniche. Lo stesso si può dire anche di Stefano Napolitano che è stato l’italiano più positivo in questo 2016. Mentre sono apparsi leggermente in difficoltà Quinzi e Donati che hanno fatto fatica in questa stagione appena conclusa. Da tutto questo c’è da sottolineare un punto molto importante, ovvero che solo Berrettini e Quinzi potrebbero arrivare al Masterino under 21 di Milano, perchè gli altri sono nati nel 1995 e di conseguenza sono di un anno “vecchi”. Nell’ambito campano invece abbiamo Giovanni Rizzuti che sta tentando anche lui la scalata del tennis mondiale, ma per quanto riguarda il Master di Milano avrebbe gli stessi problemi degli altri perchè già ventunenne. Mentre potrebbe qualificarsi il giovane Raul Brancaccio (che settimana scorsa ha raggiunto i quarti ai Futures di Spagna e che qui vediamo in foto con Ferrer) avendo 19 anni, rientra pienamente nelle regole della competizione.  Già più di 100 partite in ambito Futures per il buon Raul, che ha mezzi fisici notevoli e fiducia in crescita. Un forte in bocca al lupo ai nostri tennisti italiani e campani.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *