SpazioTennis

MCENROE HA PREDETTO IL DICIOTTESIMO DI FEDERER IN UN POEMA IN CUI PRENDE IN GIRO DJOKOVIC E MURRAY

L’ex tennista e commentatore televisivo John McEnroe, alla vigilia della finale dell’Australian Open che ha visto opposti Rafa Nadal e Roger Federer, ha recitato per Eurosport nelle vesti di “commissario del tennis”, un poema a dir poco esilarante (e profetico) dedicato proprio allo svizzero vincitore dello Slam del Pacifico.

Nel componimento lo statunitense cita anche Novak Djokovic e Andy Murray, prendendoli in giro definendoli: “un povero scozzese e un magro serbo”.

Ecco la versione completa della poesia con il video trasmesso da Eurosport:

“Il Messia del tennis è tornato ed ha un messaggio per tutti noi. Ancora una volta mi avevate dato per finito troppo presto e ancora una volta sono resuscitato. Forse non cammino sull’acqua come ero solito fare, ma riesco lo stesso a compiere uno o due miracoli quali moltiplicare i vincenti o trasformare l’acqua in Gatorade. Avevamo perso la fede in lui cominciando ad adorare altri idoli, un povero scozzese e un magro serbo. Ma dopo due settimane nel deserto, i nostri cuori erranti hanno ritrovato il loro cammino per tornare a casa. E la Laver Arena non era abbastanza capiente per essergli devoti. E siamo qui, nel 35 D.R. Dopo Roger! Ad un solo passo dalla profezia, vincerai il tuo 18esimo Slam e ti innalzerai nella gloria”.

Immagine anteprima YouTube

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *