SpazioTennis

KNAPP: “ORA STO BENE, RIPARTO DAL WTA DI HOBART”

Pronta, carica e determinata è questa la Karin Knapp che si appresta a tornare in campo nel 2017. Dopo i fastidi fisici di questi anni la tennista azzurra sembra aver ritrovato la “pace”, proprio di questo ne ha parlato in un’intervista riportata dalla FIT. Ecco le sue dichiarazioni sullo stato di forma: “Sto bene adesso, mi sto allenando anche se naturalmente non sono al massimo. Il mio 2017 comincerà con le qualificazioni al torneo Wta di Hobart, in Tasmania, tappa di avvicinamento agli Australian Open. Poi non so ancora bene quali saranno i programmi, nella mia situazione devo vivere alla giornata e non posso permettermi progetti a lunga scadenza…”. Sull’aver giocato poco in questo periodo: “Sono stata ferma così tanto che è persino difficile dare un giudizio compiuto sull’annata che sta per chiudersi. Però nei pochi tornei che ho giocato sono riuscita ad esprimere un buon livello. Mi riferisco, in particolare, al Roland Garros, con il successo su Victoria Azarenka, il primo per me contro una top-10, e al successivo torneo di Brescia che ho vinto, per il mio sesto titolo ITF. Il fatto è che la mia stagione si è chiusa già agli US Open, dopo che era iniziata solamente a marzo. Troppo poco, anche per rispondere a chi mi chiede se mi aspettavo di più da quest’anno”. Sullo stesso ginocchio operato tante volte: “Questo ginocchio ha sostenuto quattro operazioni e quindi è già una vittoria per me essere in grado di continuare a fare quel che amo. Non nego che ho anche vissuto la paura di non tornare più. Credetemi, non è facile fermarsi così spesso, superare tutte queste disavventure. Comunque, per come sono fatta io, ne esco rafforzata. Anche se poi risulta assai difficile porsi degli obiettivi in prospettiva e devo sempre limitarmi a un passo alla volta. E quando mi domandano che cosa avrei potuto fare senza tutti questi contrattempi nella mia carriera, fatico a dare una risposta perché io sono questa, con i miei infortuni…”. Sul voler tornare a vestire la maglia azzurra: “Ho parlato con il nuovo capitano Tathiana Garbin e ci ha chiamato per un raduno a Tirrenia proprio giovedì 15 dicembre, insieme ad Alice Matteucci, che si allena con me ad Anzio, e ad altre giovani giocatrici. Io sono a disposizione, nel caso ci fosse bisogno di me, ho sempre accettato con grande piacere di difendere i colori del mio Paese e lo farò anche in questo caso: si tratta di metter insieme una nuova squadra, per tentare di risalire nel World Group, ma non sarà facile perché Cibulkova e compagne sono avversarie di spessore”.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *