SpazioTennis

IL TC POZZUOLI ILLUMINA IL TENNIS CAMPANO

C’è una struttura nata da poco in Campania capace di mettere insieme il meglio del tennis agonistico nostrano. Il TC Pozzuoli ha un progetto ambizioso, che intende percorrere fino in fondo sebbene le vicissitudini giudiziarie recenti di uno dei soci fondatori abbiano messo in difficoltà gli uomini che con dedizione totale salvaguardano l’dea stessa del sodalizio. Eccolo il segreto di tante vittorie, il lavoro e l’impegno assunto con ragazzi e genitori: da blindare con la serietà che troppe altre volte è un optional nella nostra regione. Insomma se da un lato la corsa ai premi danarosi del Gran Prix federale di fine anno sdogana metodi e pratiche poco lecite, sulle quali stanno lavorando e a breve andranno ad esprimersi gli infaticabili magistrati della Procura federale, dall’altro il Pozzuoli illumina la Campania con i successi internazionali dei propri portacolori. Nell’Under 14 si è giocato a Brindisi (Tennis Europe, categoria 3); qui spicca la finale in singolare della napoletana Maria Pia Vivenzio, perduta 1-6 6-2 6-3 contro l’altra azzurrina De Simone. Maria Pia era avanti 3-1 nel terzo set prima perdere le misure e poi la partita. Ma l’ex allieva del maestro Alberto Sbrescia si è poi ripetuta in doppio arrivando in finale in coppia con Gradassi. Sempre nell’under 14, ma nel maschile, il napoletano Luciano Barbarino ha conquistato il titolo in doppio in coppia con De Michele mentre in singolare si era arreso al secondo turno al futuro finalista. A Maglie, in Puglia, nella stessa settimana, si è giocato invece l’Under 12 di categoria 1 del circuito Tennis Europe. In singolare, spicca la vittoria della napoletana Francesca De Matteo, in finale sulla francese Zoppas 6-7 6-4 6-1. Dopo aver perso il primo set Chicca è cresciuta di slancio annichilendo la transalpina nella frazione decisiva. Nel torneo di doppio, infine, ancora Francesca De Matteo ha raggiunto la finale, in coppia con Fabiola Marino.

E poi c’è Mariano Tammaro, straordinario protagonista in Ungheria nel circuito under 16. A Gyor il gigante vice campione italiano lo scorso anno nell’under 14 al TC Napoli, ha sbaragliato il campo, vincendo in singolare e arrendendosi in finale nella competizione di doppio. Tutta questa bontà, tutti questi splendidi ragazzi sono il fiore all’occhiello del TC Pozzuoli e la guida tecnica del progetto risponde al nome di Carlo Rombolà. “Siamo molto soddisfatti e non potrebbe essere altrimenti – ci racconta il maestro – i nostri ragazzi sono eccezionali per l’impegno che mettono quotidianamente in campo. Noi andiamo avanti per la nostra strada, fieri dei risultati e più ancora della nostra identità. Il tempo ci dirà se avremo fatto bene o no. Per ora possiamo sorridere”.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *