SpazioTennis

I CAMPANI AL LEMON BOWL: NON SOLO TAMMARO, TANTI BUONI RISULTATI

Come da tradizione il giorno dell’Epifania coincide col giorno delle finali del Torneo Internazionale Giovanile del Lemon Bowl, che si disputa dal 1985 in vari circoli di Roma, 1120 iscritti nell’edizione appena conclusa.

Nessun campano ha preso parte alla categoria Under 8, nell’Under 10 si sono fatti strada fino agli ottavi di finale Antonio Marigliano (Tc Atheneo) e Federico De Matteo (Asd 2000) ed ha ceduto al primo turno Giuseppe Catapane (Sc Briano).
Vincitore dell’Under 10 Maschile è stato il rumeno Yannik Theodor Alexandrescu, capace di trionfare senza perdere un set nell’intera competizione.
Ottavi di finale nell’ Under 10 Femminile anche per Claudia Galietta (Sc Battipaglia), tabellone vinto dalla statunitense Tyra Grant, che ha concesso solo 12 giochi in 5 incontri disputati.

Nell’Under 12 Maschile zero presenze della nostra regione, almeno per quanto riguarda il tabellone principale, la finale ha visto una cornice incredibile di pubblico ed è stata e sarà una sfida ormai abitudinaria nel Lazio, tra i due romani Daniele Rapagnetta (3.3-Palocco Junior Tennis) e Giorgio Gatto (3.3-Palocco Junior Tennis), vinta dal primo per 6-1 7-6.

Passando all’Under 12 Femminile arriva un’ottima semifinale da parte di Francesca Di Matteo (4.4-Asd 2000), capace di superare a pieni voti i due tabelloni di qualificazione e addirittura tre turni nel principale battendo avversarie di classifica 3.5, 3.3 e 4.1 prima di cedere al terzo set (5-7 6-4 6-3) alla 3.4 Elisa Vincenti.
La finale ha visto la Vincenti cedere a Lisi Madin Barbarossa per 6-2 6-1.
Presenza anche di Enza Sabatino (4.1-Tc Capua) che però si è fermata all’esordio.

Under 14 Femminile in cui spicca la semifinale di Maria Pia Vivenzio (3.2-Accademia Tennis Napoli), autrice dell’eliminazione della prima favorita, la 2.8 Fabrizia Cambria, con un netto 6-1 6-4.
In semifinale Vivenzio ha lasciato strada alla futura vincitrice del torneo, Emma Belluomini (3.1-Ct Lucca).
Ottavi di finale per Maddalena Gaeta (3.3-Sporting Tennis Team AV), primo turno invece per Ludovica Albanese (3.5-New Tennis Torre del Greco) e Miriana Galietta (3.3-Tc Battipaglia).

Infine la gioia più grande è sicuramente la vittoria di Mariano Tammaro (3.1-Tc Napoli) nell’Under 14 Maschile, il ragazzo allenato da Carlo Rombolà presso il Tc Capodimonte era la prima testa di serie del torneo, ma si sa, soprattutto in questi tornei giovanili le classifiche e le teste di serie non sono molto indicative.
Tre turni superati concedendo pochissimi giochi agli avversari, solo 6, poi due battaglie vinte per 6-4 al terzo contro il 3.2 Peter Buldorini in semifinale e col 3.1 Federico Scotuzzi nell’atto conclusivo, bergamasco che era dotato della seconda testa di serie e che ha mostrato il suo talentuoso rovescio a una mano.

Quarti di finale per Federico Guerriero (3.2-Tc Parco Vanna), eliminato dal finalista Scotuzzi per 6-1 6-4, resta un ottimo risultato il suo, Ottavi di finale per Mattia Salvatore (3.3-Tc Caserta), nonostante l’anno in meno di età (2005) che si fa sentire a questi livelli.
Primo turno per Lorenzo Peluso (3.2-Tc Napoli), Luciano Barbarino (3.2-Tc Vomero) e Simone Cicchetti (3.3-Tc La Tartaruga).

Assenti per influenza il vincitore del Torneo di Bari Matteo Giordano (3.3-Accademia Tennis Napoli), Francesca De Rosa (3.2-Tc Fireball) e Sara Milanese (3.3-Tc La Tartaruga).

Antonio Iannone

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *