SpazioTennis

EXPLOIT SONEGO, PARLA IL MAESTRO VECCHIARELLI: “CHE IMPRESA GIOCARE GLI AUS OPEN. SONO FELICE, MA IL MERITO VA AL GRANDISSIMO GIPO”

Per analizzare la grande prova di Lorenzo Sonego agli Australian Open abbiamo intervistato il maestro Vittorio Vecchiarelli, con il quale il tennista torinese ha collaborato da ragazzino. Tanti temi toccati, dall’attualità fino alle prime armi del giovane Lorenzo.

Ecco la nostra intervista esclusiva:

ST: Ciao Vittorio… cosa ne pensi di questo capolavoro di Sonego agli Australian Open? Sei stupito?

VECCHIARELLI: “Ciao….sicuramente un’exploit del genere era difficile da pronosticare però Lorenzo da Ottobre dopo il ritorno dall’infortunio stava giocando molto bene”.

ST: A maggior ragione se pensiamo che ha eliminato Tomic e Haase, due veterani del circuito. Questo pensi che aumenta il valore dell’impresa?

VECCHIARELLI: “Sicuramente si…già superare le quali è un’impresa poi passare anche il primo turno battendo giocatori come Thiago Monteiro,Tomic e Haase aumenta il valore di tutto ciò…”

ST: Sei stato il suo maestro quando Lorenzo aveva 12 anni. Che giocatore era? Su cosa vi concentravate di più per il suo tennis?

VECCHIARELLI: “Sì ha iniziato a giocare con me alla Stampa Sporting durante i miei bellissimi 5 anni trascorsi a Torino prima come giocatore e poi come collaboratore di Gipo Arbino….era una fase iniziale quindi abbiamo curato tanto la tecnica dei colpi e già si intravedeva il suo enorme potenziale”.

ST: Il suo colpo migliore quale era?

VECCHIARELLI: “Al di là dei colpi la sua qualità migliore era ed è sicuramente la sua determinazione e la sua attitudine mentale al match”.

ST: Ci racconti un aneddoto, un qualcosa di simpatico che è capitato durante la vostra collaborazione?

VECCHIARELLI: “Lorenzo è un tipo a cui piace tanto scherzare fuori dal campo quindi di cose simpatiche ne sono capitate…una in particolare non mi viene in mente ma è stato sempre piacevole il nostro stare insieme”.

ST: Ti sei emozionato vedendo un “tuo ragazzo” esordire e vincere agli Australian Open?

VECCHIARELLI: “Tantissimo…però è un po’ forzata la tua affermazione..con me ha solo iniziato…I complimenti vanno fatti solo ed esclusivamente al mitico Gipo,allenatore con una passione fuori dal comune..per anni ha provato a portare un suo allievo nel tennis che conta è sono super contento che ci sia finalmente riuscito…per me Gipo è speciale perché grazie soprattutto a lui che mi sono potuto finalmente realizzare…io mi auguro e ce la sto mettendo tutta di poter fare la stessa cosa che ha fatto Gipo..ossia portare veramente un “mio” ragazzo nel tennis che conta”.

ST: Te lo auguro… Grazie maestro è stato un piacere intervistarti. Ciao e buona fortuna!!!

VECCHIARELLI: “Grazie a te”.

Gianfranco Mairone

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *