SpazioTennis

ESCLUSIVO SONEGO: “IL TITOLO A TODI INDICA CHE HO LAVORATO BENE. US OPEN? VEDREMO..”

Il tennis italiano è tornato a muoversi settimana scorsa con i Campionati Italiani Assoluti. Le affermazioni sono state firmate da Lorenzo Sonego e Jasmine Paolini. Il torinese si è imposto su Andrea Arnaboldi con lo score di 6-4 6-3, mettendo il suo nome nell’albo d’oro del torneo.

Noi di Spaziotennis lo abbiamo raggiunto per chiedergli le prime sensazioni e l’imminente ritorno del circuito internazionale. Ecco le sue dichiarazioni:

ST: Ciao Lorenzo dopo 16 anni sono tornati i Campionati Italiani Assoluti e tu hai trionfato. Che sensazioni si provano?

SONEGO: “Era da tanto che non si giocavano gli assoluti e ripartire con un torneo così importante non era facile ! Per me era già una vittoria poter giocare dopo il lungo stop ! Però trionfare mi fa capire che ho lavorato bene e sono sulla strada giusta!!”

ST: L’esordio è stato tutt’altro che facile, dove hai dovuto annullare tre match point consecutivi a Pellegrino. Che partita è stata a livello fisico e mentale?

SONEGO: “La prima partita è stata molto difficile sia a causa del mio avversario che è molto forte e mi ha messo tanto in difficoltà e sia perché era la prima partita dopo lo stop e dovevo ritrovare il ritmo partita ! Però è stato importante rimanere a lottare fino alla fine continuando a crederci”.

ST: Dopo tre mesi senza tennis come ha risposto il fisico durante l’intera settimana? Considerando anche il caldo eccessivo.

SONEGO: “È stata una situazione particolare. Però ho avuto il tempo di vedere di più la mia famiglia e di allenarmi fisicamente e poi tennisticamente appena hanno riaperto. Ma mi mancava viaggiare ! Infatti appena ho sentito degli assoluti a Todi sono voluto andare”.

ST: A metà Agosto ripartirà il circuito internazionale. Molti tuoi colleghi sono scettici sulla trasferta americana, voi avete già deciso se partecipare?

SONEGO: “La situazione in America non è delle migliori, aspetteremo e poi decideremo però c’è tanta voglia di ripartire”.

ST: A fine settembre si giocherà anche a Roma, con la possibilità di avere pubblico limitato sugli spalti. Quanto è importante per gli italiani non saltare questa tappa anche in un anno particolare come quello che stiamo vivendo?

SONEGO: “Roma è uno dei miei tornei preferiti! Ho tanta voglia di giocarlo perché ho sempre vissuto delle emozioni fantastiche!! Spero che ci sia anche il pubblico a caricarmi come gli altri anni”.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *