SpazioTennis

D3, FESTA AL SAN PIETRO: DOPO 16 ANNI SI BRINDA AD UN TITOLO REGIONALE

Del maestro Claudio Zecchino ho un ricordo vivissimo, di quando ancora correva come un forsennato dietro alla pallina. Gli vidi vincere, in una sera di fine settembre, un match avvincente e spettacolare contro il forte Vincenzo Izzo, braccio ispiratissimo ed oggi colonna portante dell’Accademia Tennis di Agnano. Erano le semifinali del campionato campano di serie C e Zecchino giocava da C1 dopo i trascorsi prestigiosi tra i B2 della racchetta negli anni ’80. Il suo tennis era fatto di sacrificio e ferrea volontà, al punto da consentirgli scalpi eccellenti, di giocatori ben più talentuosi. Ci siamo scritti qualche giorno fa e a Claudio, che conosco da bambino, dagli anni dei miei primi tornei under, ho assicurato la trasparenza e l’obbiettività del lavoro giornalistico di SpazioTennis: al di là di ogni “marchetta”, affinchè il tennis sia davvero di tutti, anche nell’informazione. Fatta la premessa che è poi riflesso di una condivisione di idee passiamo alla cronaca, quella che ci racconta del titolo regionale di D3 vinto dai ragazzi del New Tennis San Pietro, lo stesso circolo che Zecchino rappresenta e guida assieme al Top One di Casavatore.

Rimaneva da assegnare lo scudetto regionale nella categoria maschile di D3 e il tabellone finale a 32 squadre proponeva valori interessanti stando alle classifiche nazionali di molti dei tennisti impegnati. A contendersi il titolo, nella prima domenica di novembre, sono stati il New Tennis San Pietro e lo Sporting Club Briano, padrone di casa nella cornice casertana cara al maestro FIT e Consigliere Regionale Giovanni Iodice. Da un lato c’erano i valori più alti del San Pietro, con il 3.1 Luca Listone e il 3.3 Manolo Marcos, dall’altro l’omogeneità di Briano che si affidava ai 3.5 Belgiorno, Morgillo e Capitelli. Tutto facile, come da pronostico, per Listone, vittorioso nel primo match su Morgillo con lo score di 6/1 6/3. Il punto del raddoppio ospite lo assicurava l’Istruttore FIT Manolo Marcos, imponendosi per 7/5 6/2 sull’over 40 Belgiorno. La reazione di Briano era affidata ad Alessandro Capitelli che accorciava le distanze rifilando un netto 6/0 6/1 al malcapitato 4.1 Alessio Manzorra. I casertani, costretti a rinunciare all’apporto del 3.5 Domenico Melone (vittorioso nel master over 50 a Chiaiano), giocavano con il cuore: così la coppia Capitelli/Belgiorno sovvertiva i pronostici superando nel doppio il tandem Marcos/Listone per 6/4 7/6. Sul punteggio di 2-2 e con il doppio di spareggio da giocare i capitani decidevano di puntare sulle stesse coppie. Questa volta Listone e Marcos non lasciavano spazio alle distrazioni e con il punteggio finale di 6/2 6/3 assicuravano al San Pietro un titolo a squadre che mancava in bacheca da ben 16 anni. “E’ sempre una grande soddisfazione riuscire a vincere – ha affermato a SpazioTennis Claudio Zecchino – a qualsiasi livello e in qualsiasi categoria. Speriamo di poter ben figurare anche il prossimo anno in D2. Un grazie particolare anche al nostro under 14, il 3.5 Gabriele Aiello, e ai 4.1 Salvatore Pilato e Raffaele Balestrieri, che hanno completato in maniera dignitosissima il  gruppo”.

Complimenti anche ai ragazzi di Briano, capaci di onorare fino all’ultimo l’impegno, in una domenica caratterizzata dalla pioggia e dalle continue interruzioni dei match: basti pensare che il doppio decisivo si è concluso alle 17, circa otto ore dopo l’inizio del primo singolare!

CLICCA QUI PER VEDERE IL TABELLONE FINALE DELLA D3

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *