SpazioTennis

CAPUA E’ COME UN RITORNO A CASA: 50 ANNI SPECIALI CON L’OPEN 3000

Un’intera giornata trascorsa laddove, inseguendo per anni una pallina, ci siamo innamorati del tennis. Il Tennis Club Capua si appresta a festeggiare i suoi primi anni di vita e lo farà riproponendo all’attenzione degli agonisti la nona edizione dell’Open con montepremi di 3000 euro con limite a giocatori di classifica 2.4. Il presidente Vincenzo Grimaldi ha idee molto chiare e, da un anno dall’insediamento del nuovo direttivo del club, percorre la strada che punta alla crescita. Il torneo che inizierà nel fine settimana è la prima tappa, destinata a rendere molto piacevoli le ore a soci e ospiti che gremiranno una delle strutture più belle e funzionali di tutta la regione. “Siamo contenti ed estremamente motivati – ha raccontato Grimaldi nella conferenza stampa trasmessa in diretta sulla pagina facebook di Spaziotennis.it – fiduciosi che questa squadra del Capua, atleti, maestri e semplici soci, riusciranno in breve tempo a rinverdire i fasti d’un tempo neanche troppo lontano. Solo qualche anno brindavamo allo scudetto regionale di C maschile e alle bellissime trasferte per la promozione in B, oggi lavoriamo con il sorriso e senza perdere la forza delle nostre radici”.

Molto apprezzato anche l’intervento del dottor Carlo Crispino, Assessore allo Sport, Turismo, Eventi e Tempo Libero al Comune di Capua e grande appassionato di tennis: “Questa è stata casa nostra, in un percorso lungo 50 anni e partito dalle idee di personaggi fieri quali Edoardo Zaccaro, cui il circolo è intitolato, i dottori Giuseppe Lusi ed Elio Gravino, il dottor Sergio Argenziano ed Emilio Russo fino ad arrivare all’impegno e alla determinazione di amanti veri dello sport quale Salvatore Martone.

E ancora quanti si sono proposti alla gestione nei decenni di vita del circolo”. Il settore tecnico del Capua è diretto dal maestro storico Paolo Pascarella, in una battuta nato con gli stessi campi in terra battuta del club. “Sono emozionato e contentissimo – ha affermato il maestro – ma anche orgoglioso delle nostre origine capuane. Negli anni abbiamo sempre proposto una formazione della leva tesa innanzitutto al divertimento e al piacere di vivere i benefici dello sport. Spirito che abbiamo avuto anche con le squadre che a lungo ci hanno rappresentato in maniera onorevole nella serie C maschile. Ripartiamo dalla D2 e da questo splendido torneo che sta per iniziare. Da qui sono passati giocatori come Fago e tanti sudamericani che poi hanno assaporato anche il professionismo. Siamo pronti per accogliere tutti a braccia aperte e per goderci lo spettacolo del tennis”.

A margine della conferenza ci siamo intrattenuti con la piccola Enza Sabatino, fiore all’occhiello del Capua e under 12 lanciatissima nel panorama nazionale. L’abbiamo filmata negli allenamenti mirati con il coach Siro Di Rubba e ne abbiamo apprezzato intensità e voglia di fare. Soprattutto è stato bellissimo quando tutti i soci, presidente Grimaldi in testa, si sono stretti attorno alla giovane atleta durante l’intervista che ha concesso a Tennis Review, la prima di una serie che auguriamo ad Enza possa divenire lunghissima. Dimostrazione di grandissima unione.

Tutto pronto insomma e grazie di cuore alla gente del Capua per la splendida accoglienza, laddove un tempo si inseguivano sogni colpendo una pallina.

Silver Mele

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *