SpazioTennis

ASSOLUTI UNDER 14 A SASSUOLO: PELUSO IL MIGLIORE TRA I CAMPANI

Un percorso importante, impreziosito dagli scalpi di due teste di serie e dai quarti di finale che lo hanno allineato agli altri sette migliori d’Italia nella categoria under 14 (primo anno). Lorenzo Peluso (3.3), napoletano doc, allenato al TC Napoli da Antonio Izzo e seguito da Alfonso Intermoia, era già noto nel circuito campano per tempra e cuore da trascinatore nelle competizioni a squadre. Ha confermato tutto questo a Sassuolo, negli assoluti di categoria, risultando il migliore della delegazione regionale, senza peraltro partire nel lotto dei favoriti. Due turni di qualificazione con altrettanti 3.5 battuti quindi l’esordio facile nel tabellone finale contro il 4.1 pugliese Bux. Poi le vittorie di prestigio contro il 3.4 umbro Tresoldi, testa di serie numero 6, e soprattutto negli ottavi contro il 3.2 lombardo Persi, accreditato alla vigilia dell’undicesima testa di serie. Lo stop è arrivato per mano del 2.8 laziale Ciaravella, al termine di un match giocato in maniera comunque molto dignitosa. Merita dunque una menzione speciale Lorenzo Peluso, punto d’arrivo di una stagione che lo ha visto conquistare per i gloriosi colori del Napoli lo scudetto under 14 a squadre con l’ottimo compagno Mariano Tammaro (li vediamo in foto con il maestro Antonio Izzo) e la convocazione nella rappresentativa campana che ha centrato il decimo posto a Castel di Sangro nella Coppa Belardinelli. Proprio la coppia Peluso/Tammaro si è spinta fino ai quarti di finale nel tabellone di doppio a Sassuolo, regolata in due set da Ciaravella (2.8)/Menighini (3.2).

CLICCA QUI PER VEDERE IL TABELLONE FINALE DI SINGOLARE

CLICCA QUI PER VEDERE IL TABELLONE DI DOPPIO

IN FOTO: Matteo Giordano dell’Accademia Tennis Napoli e di Mariano Tammaro e Lorenzo Peluso del Tennis Napoli avevano in tabellone i già qualificati Federico Guerriero (Parco Vanna) e Francesco Modugno (Tennis Vomero), portando a cinque gli under 13 campani nel main draw che sta per concludersi. Ecco i tre ragazzi qualificati con il maestro Luigi Turco.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *