SpazioTennis

ANCHE DE MAGISTRIS ALLA GRANDE FESTA DEL MEMORIAL BOSCATTO: COZZOLINO FIRMA IL COLPACCIO SU FAGO IN FINALE

Una settimana bellissima, resa speciale da quella familiarità che fa divenire unico il Team Boscatto 2 di Pianura. Qui da ormai 14 anni il maestro FIT Massimo Boscatto, ex tennista professionista, ricorda con il Memorial omonimo il nonno Albino e, più di recente, il papà Giovanni. Due campi in terra battuta tra i palazzi di Pianura cui il buon Massimo, con la moglie Laura e i figli Simone (2.7 delle classifiche nazionali) e Antonia, dedicano gran parte della loro quotidianità. Con dedizione e dignità massime, come impone il codice non scritto ma sacro per gli uomini di sport. La finale dell’Open 4000 metteva di fronte due giocatori autentici, il 2.1 di Ceprano Matteo Fago e il 2.3 Giovanni Cozzolino, storico portacolori del New Tennis di Torre del Greco ma da mesi impegnato all’Accademia di Bari con l’obbiettivo di inseguire il professionismo. In un pomeriggio assolato e dinanzi al pubblico delle ottime occasioni i due ragazzi non si sono risparmiati, giocandosi il titolo ambito al terzo e decisivo set. Mai prima Cozzolino era riuscito a spuntarla su Fago ma il tennis, si sa, è imprevedibile. Con un rush finale perentorio Giovanni, applaudito anche dal migliore amico ed ex compagno di battaglie al Poseidon Filippo Palumbo, non ha concesso più nulla, issandosi fino al 5-2 e servizio in maniera finanche autoritaria. Poi due ace nel game finale a certificare una vittoria, la prima in stagione, che fa morale. “Sono molto contento – ha affermato Cozzolino a spaziotennis.it – perchè in quest’inverno ho lavorato benissimo a Bari ed è ora arrivato il momento di raccogliere. Fago è uno dei giocatori più forti d’Italia e spuntarla così lascia sensazioni bellissime”. Matteo Fago è uno degli sparring più apprezzati del circuito internazionale, abituale compagno di allenamento anche per fenomeni come Milos Raonic: “Giovanni è stato molto bravo – ci racconta – e alla fine ha meritato la vittoria. Io continuerò a dedicarmi all’attività internazionale come accompagnatore e coach, con il sogno di poterne fare un vero mestiere. Ci tengo a sottolineare l’accoglienza e la bellissima settimana trascorsa qui al Team Boscatto“. Ammaliato dal contesto è stato anche il primo cittadino di Napoli Luigi De Magistris, in visita al torneo, intrattenutosi ben oltre le aspettative e le speranze degli organizzatori per quasi due ore. “Non sapevo dell’esistenza di questo circolo tra i palazzi – ha detto il sindaco di Napoli al momento della premiazione – e mi sono sentito a casa, grazie alla disponibilità e alle belle sensazioni che mi sono state trasmesse da Massimo Boscatto e dalla sua bellissima famiglia. Li aspetto ora tutti a Palazzo San Giacomo, per ricambiarmi la visita e magari sviluppare assieme all’assessore allo Sport Ciro Borriello un progetto che rafforzi il messaggio esemplare che parte da qui”. In realtà De Magistris si è anche proposto per una bella oretta di tennis giocato, per rinverdire le abitudini piacevoli di qualche decennio fa.  Tornando al torneo, si sono fermati in semifinale Enrico Fioravante, battuto al terzo da Cozzolino, e Giuseppe Caparco, che ha ceduto con doppio 6/4 a Fago. Piazzamenti nei quarti per Gennaro Orazzo, Antonio Di Gaetano, Micael Angelini Florez e Alessandro Procopio.

CLICCA QUI PER VEDERE IL TABELLONE FINALE DEL MEMORIAL BOSCATTO

Nella sezione intermedia di terza categoria vittoria del 3.1 del TC Vomero Giuseppe Pazzi sul bravo 3.2 Renato Iuculano mentre tra i quarta il titolo se lo è aggiudicato il giovane 4.1 Emanuele De Martino sul pari classifica Costantino Piccirillo.

Impeccabile direttore di gara il Giudice Arbitro FIT Alessandro Sbordone. 

 

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *